Ford Mustang, pronto un restyling per il 2018

Tra pochi mesi la Ford Mustang MY 2018 sarà ordinabile anche in Europa. Svelata ufficialmente in occasione del Salone di Detroit, che si è tenuto lo scorso gennaio, la sportiva a stelle e strisce approda anche nel vecchio continente.

Questa versione di Mustang si caratterizzerà per un leggero restyling. Tralasciando la celebre presa d’aria esagonale, che resta inamovibile, a cambiare è il cofano anteriore solcato da nervature su tutta la superficie. Altri elementi di novità sono i gruppi ottici: quelli anteriori, delineati da una forma spigolosa, saranno equipaggiati di fari al LED, mentre quelli posteriori continueranno ad avere sostanzialmente il classico disegno a tre unità. A livello di colorazione esterna la Ford Mustang MY 2018 si arricchirà di tinte come Kona Blue, Orange Fury e Royal Crimson, abbinate a nuovi cerchi da 19″, disponibili in tonalità di alluminio, nero o nichel. Cambiano poi l’alettone posteriore e alcuni dettagli dell’abitacolo: ci sarà una nuova strumentazione digitale con display da 12″ e il sistema di infotainment SYNC 3. 

Non perderti  Volkswagen Golf, l'ottava serie è già realtà (virtuale)

Anche l’elettronica di bordo si arricchisce di alcune tecnologie: la modalità di guida denominata Drag Strip per sfruttare la massima accelerazione possibile e la My Mode, che consente di personalizzare tutti i parametri della guida. Presenti poi i sistemi Adaptive Cruise Control, Lane Departure Warning, Distance Alert System e il Pre-Collision Assist, capace di  riconoscere i pedoni. La sportiva americana porta con sé cambiamenti anche dal punto di vista dei motori: la versione europea potrà contare infatti sul V8 5.0 da 450 cv e sul 4 cilindri 2.3 EcoBoost dotato di 290 cv. Entrambe le propulsioni possono essere abbinate al nuovo cambio automatico a 10 rapporti o in alternativa al cambio manuale a 6 marce.

La nuova Mustang verrà mostrata in anteprima al Salone di Francoforte, in programma da oggi al 24 settembre.

Non perderti  Nuova Range Rover Sport 2018

Ancora nessuno ha commentanto, commenta per primo!

Scrivi il tuo contributo a questo articolo!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*