La Griffith riporta in auge la TVR

La TVR è un’azienda inglese che ha realizzato vetture dagli anni 50 al 2006, anno in cui la società si è vista costretta ad ammainare le vele per via delle enormi difficoltà economiche. Di recente il marchio è stato rilevato però dall’imprenditore inglese Les Edgar, il quale ha dato inizio al suo programma di rinascita.

Il rilancio partirà concretamente dal 2018 con il ritorno dell’ambiziosa coupé TVR Griffith. Si tratta della terza edizione della Griffith, basata sulla leggerezza: 1.250 kg di peso grazie al design e all’architettura iStream firmata da Gordon Murray, con tubi d’acciaio e pannelli in fibra di carbonio. Il motore, un V8 aspirato 5 litri preparato da Cosworth e gestibile attraverso un cambio manuale a 6 rapporti Tremec, sviluppa 506 cavalli ed è in grado di gestire fino a 950 Nm di coppia. La distribuzione dei pesi è 50:50, il che la permette di raggiungere i cento chilometri orari in appena 4″, e di superare i 320 km/h di velocità massima. L’abitacolo si adegua ai tempi moderni, proponendo display digitali per strumentazione e infotainment, e offrendo al contempo tecnologie ormai irrinunciabili, come l’ABS, il controllo di trazione e l’ESP, dotazioni mai viste in casa TVR. Altra caratteristica è data dalla compattezza: la nuova TVR Griffith, infatti, è lunga 4 metri e 30 centimetri ed è alta appena 1 metro e 24.

Non perderti  Volkswagen Golf, l'ottava serie è già realtà (virtuale)

La Launch Edition con i suoi 500 esemplari totali (parte dei quali già prenotati) è proposta a partire da circa 90.000 sterline, pari a circa 98.200€ al cambio, e sarà in consegna tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019. La produzione dell’auto è fissata poi in circa 1.000 esemplari l’anno.

Ancora nessuno ha commentanto, commenta per primo!

Scrivi il tuo contributo a questo articolo!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*